Sembrerà banale, ma in questo periodo nel quale l’uso dell’auto è limitato dall’emergenza sanitaria del corona virus (COVID-19), la batteria necessita di attenzioni particolari per evitare che si scarichi.

Questa situazione di fermo dei veicoli rischia di avere conseguenze negative per alcune parti della vettura, come la batteria, che potrebbe scaricarsi e quindi non consentirci l’uso dell’auto in una situazione di emergenza. Ma come salvaguardare la batteria dell’auto? Le auto più recenti, al contrario di quello che si crede, sono infarcite di dispositivi che migliorano comfort e sicurezza, ma assorbono parecchia corrente.

Prima di tutto consigliamo di accendere il veicolo almeno una volta a settimana/ 10 giorni e lasciarlo acceso qualche minuto per evitare che la batteria vada a terra.

Qualora questa mossa non sia abbastanza (o non lo abbiate precedentemente fatto) e la batteria si è scaricata non permettendovi di utilizzare la vostra auto, potete procedere così:

 

DUE CAVI PER BATTERIE

MA ATTENZIONE: Prima di intervenire di persona sulla batteria, consultate il libretto di uso e manutenzione dell’auto, che fornisce suggerimenti per evitare imprevisti.

Per fare il “ponte”, la batteria “donatrice” deve avere almeno la stessa capacità di quella esaurita. Per collegare i poli, usate cavi di diametro non inferiore a 10 mm: si parte con quello rosso, fissando una pinza sul “+” dell’accumulatore scarico e poi sullo stesso polo di quello carico. L’identica sequenza va seguita con il cavo nero, che collegherà i poli

Attenzione: collegare con i cavi due poli opposti crea un pericoloso cortocircuito.

 

IL CARICA BATTERIE

Se una volta utilizzati i cavi, la batteria dovesse scaricarsi di nuovo la prima cosa è provare a ripristinare la carica con apposito caricabatterie per auto (detto anche starter). I più moderni caricabatteria, che rimettono in sesto un accumulatore scarico in qualche ora, fanno anche da mantenitori automatici. Si acquistano tranquillamente online a prezzi moderati.

 

Salvaguardare la batteria dell’auto

Salvaguardare la batteria dell’auto

NUOVA BATTERIA

Se il caricabatterie non riuscisse nel recupero, allora la batteria è irrimediabilmente compromessa e non resta che sostituirla. È fondamentale che la nuova sia identica a quella vecchia nelle sue misure e nella posizione dei morsetti (che non è scontato). Anche in questo caso È POSSIBILE ACQUISTARLA ANCHE ONLINE: Alcuni siti dei produttori consentono anche di poter scegliere la batteria in base al modello di vettura, che può essere acquistata senza muoversi da casa.

 

RISPETTATE LA “FAMIGLIA”

Le auto dotate del sistema Start&Stop hanno batterie specifiche, più robuste. In genere queste sono di due tipi. Le EFB (Enhanced Flooded Battery) e le AGM che sono meno adatte alle alte temperature. In caso di sostituzione di una di queste batterie (un’etichetta 5 aiuta a identificarle), è importante evitare di passare da una tipologia all’altra. E meno che mai a un accumulatore di tipo tradizionale, che comprometterebbe il funzionamento dello Start&Sto e si esaurirebbe molto presto.

 

NON SEMPRE POSSIAMO ESEGUIRE IL LAVORO DA SOLI

Una volta scelta la batteria, però, non sempre possiamo procedere alla sostituzione. I casi che si possono presentare sono tre.

  1. Se abbiamo un veicolo datato, senza sistema Stop&Start e una batteria tradizionale, possiamo procedere noi stessi alla sostituzione della batteria con una nuova.
  2. Se abbiamo un’auto con sistema Stop&Start e una batteria AGM o EFB dobbiamo accertarci che non richieda la registrazione della batteria nel BMS (Battery Management System), informazione che può essere verificata rivolgendosi alla propria officina di fiducia. Se così fosse possiamo procedere come nel caso precedente.
  3. Se invece il veicolo ha il sistema Stop&Start e una batteria AGM o EFB che richiede la registrazione nel BMS, non bisogna assolutamente scollegare il polo negativo: in questo caso, infatti, se la batteria non viene poi correttamente registrata, il BMS non darà l’ok all’avviamento e si dovrà chiamare l’assistenza. In questo caso l’unica soluzione è quella di collegare un mantenitore di carica, oppure rivolgersi a un’officina.

Detto questo, il controllo e la visione periodica del proprio mezzo è una buona abitudine per la salvaguardia di tutte le componenti, da seguire SEMPRE!

CONSULENZA PERSONALE

Scopri se il noleggio fa al caso tuo e quanto puoi risparmiare.

Chiama ora gratuitamente la nostra guida sempre attiva e dedicata solo a te. Verrai consigliato sul mondo dell’autonoleggio e scoprirai se e quale tipo di noleggio faccia al caso tuo. Faremo un check-up completo del tuo profilo, capirai fino a quanto puoi risparmiare e scegliere così l’auto dei tuoi sogni.

CHIAMACI

Apri la chat
Serve aiuto?